Di origine medievale, sorta dopo la distruzione della romana Helvia Recina, la parte antica della città è racchiusa da mura trecentesche. Il centro cittadino è costituito dalla Piazza della Libertà sulla quale si affacciano il Palazzo del Comune secc. XVII- XIX), la Loggia dei mercanti del 1504, il Palazzo della prefettura (sec. XVI), l’Università, una delle più antiche d’Italia, il Teatro L. Rossi e la Torre dell’orologio (sec. XVI). Merita una visita la Pinacoteca civica che ha una buona raccolta di arte contemporanea (con opere di Filippo De Pisis, Alberto Savinio, Giorgio De Chirico, Carlo Carrà, Giorgio Morandi, e altri artisti moderni); lo Sferisterio, eretto nel 1819-29 in forme neoclassiche per il gioco del pallone, attualmente adibito a manifestazioni culturali, in particolare la stagione lirica dei mesi di luglio-agosto; il Duomo e la cinquecentesca chiesa di S. Maria delle vergini con cupola ottagonale (nell’interno tela del Tintoretto e aiuti, Epifania).

 

Macerata:
medieval origin,built after the destruction of the Roman Helvia Recina, the oldest part of town is enclosed by walls of the thirteenth century.The city center is constituted by the Square of Freedom which is overlooked by the townhall,the Loggia of the Merchants in 1504, the Prefecture building, the University,which is one of the oldest in Italy,the Lauro Rossi Theatre.It’s also interesting to visit the civic art gallery that has a good collection of contemporary art ( with works by Filippo De Pisis,Giorgio De Chirico,Giorgio Morandi and Carlo Carrà and other modern artist). The Sferisterio erected between 1819-1829 with a neoclassic style ,currently used for cultural events, in particular The Opera Season in the months of July-August,The cathedral and the sixteenth century church of St Maria of the vergin that has an octagonal dome.